Consiglio Comunale


 

Il Consiglio Comunale è l'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo del Comune. Le materie di competenza del Consiglio sono definite dall'art. 42 del D.Lgs. 267/2000. In particolare:

  1. Il Consiglio e' l'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo.
  2. Il Consiglio ha competenza limitatamente ai seguenti atti fondamentali:

a) statuti dell'ente e delle aziende speciali, regolamenti salva l'ipotesi di cui all'articolo 48, comma 3, criteri generali in materia di ordinamento degli uffici e dei servizi;

b) programmi, relazioni previsionali e programmatiche, piani finanziari, programmi triennali e elenco annuale dei lavori pubblici, bilanci annuali e pluriennali e relative variazioni, rendiconto, piani territoriali ed urbanistici, programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione, eventuali deroghe ad essi, pareri da rendere per dette materie;

c) convenzioni tra i comuni e quelle tra i comuni e provincia, costituzione e modificazione di forme associative;

d) istituzione, compiti e norme sul funzionamento degli organismi di decentramento e di partecipazione;

e) organizzazione dei pubblici servizi, costituzione di istituzioni e aziende speciali, concessione dei pubblici servizi, partecipazione dell'ente locale a societa' di capitali, affidamento di attivita' o servizi mediante convenzione;

f) istituzione e ordinamento dei tributi, con esclusione della determinazione delle relative aliquote; disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei beni e dei servizi;

g) indirizzi da osservare da parte delle aziende pubbliche e degli enti dipendenti, sovvenzionati o sottoposti a vigilanza;

h) contrazione di mutui e aperture di credito non previste espressamente in atti fondamentali del consiglio ed emissioni di prestiti obbligazionari;

i) spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi, escluse quelle relative alle locazioni di immobili ed alla somministrazione e fornitura di beni e servizi a carattere continuativo;

l) acquisti e alienazioni immobiliari, relative permute, appalti e concessioni che non siano previsti espressamente in atti fondamentali del consiglio o che non ne costituiscano mera esecuzione e che, comunque, non rientrino nella ordinaria amministrazione di funzioni e servizi di competenza della giunta, del segretario o di altri funzionari;

m) definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del comune presso enti, aziende ed istituzioni, nonche' nomina dei rappresentanti del consiglio presso enti, aziende ed istituzioni ad esso espressamente riservata dalla legge.

3. Il Consiglio, nei modi disciplinati dallo statuto, partecipa altresi' alla definizione, all'adeguamento e alla verifica periodica dell'attuazione delle linee programmatiche da parte del sindaco o del presidente della provincia e dei singoli assessori.

4. Le deliberazioni in ordine agli argomenti di cui al presente articolo non possono essere adottate in via d'urgenza da altri organi del comune o della provincia, salvo quelle attinenti alle variazioni di bilancio adottate dalla giunta da sottoporre a ratifica del consiglio nei sessanta giorni successivi, a pena di decadenza.

 


 

Regolamento di Consiglio Comunale

 

 


 

Presidenza del Consiglio Comunale

 

Il Presidente del Consiglio eletto ai sensi della L.R. n.7/92, presiede le adunanze del Consiglio Comunale. (art. 5 comma 1 del Regolamento di Consiglio Comunale). In caso di assenza od impedimento del Presidente del Consiglio, la presidenza è assunta dal Vice Presidente ed ove anche questi sia assente od impedito, dal Consigliere Anziano, come previsto dalla L.R. n.7/92. (art. 5 comma 2 del Regolamento di Consiglio Comunale).

Il Presidente rappresenta l'intero Consiglio Comunale, ne tutela la dignità del ruolo ed assicura l'esercizio delle funzioni allo stesso attribuite dalla legge e dallo Statuto.  Provvede al proficuo funzionamento dell'assemblea consiliare, modera la discussione degli argomenti e  dispone che i lavori si svolgano osservando il presente Regolamento. Concede la facoltà di parlare e stabilire i termini della discussione; pone e precisa i termini delle proposte per le quali si discute e si vota, determina l'ordine delle votazioni, controlla e proclama il risultato. Il Presidente esercita i poteri necessari per mantenere l'ordine e per assicurare l'osservanza della legge, dello Statuto e del Regolamento. Nell’esercizio delle sue funzioni il Presidente si ispira a criteri d'imparzialità intervenendo a difesa delle prerogative del Consiglio e dei singoli Consiglieri. Il Presidente promuove i rapporti del Consiglio Comunale con il Sindaco, la Giunta, i Revisori dei Conti, il Difensore Civico, le Istituzioni ed Aziende Speciali e gli altri organismi ai quali il Comune partecipa. (art. 7 del Regolamento di Consiglio Comunale)

Presidente del Consiglio 

MARINO G PRESIDENTE

MARINO GIOVANNI

(Gruppo consiliare "Jato da Vivere - Agostaro Sindaco")

Vicepresidente del Consiglio

NARBONETO ENZA 

(Gruppo consiliare "Jato da Vivere - Agostaro Sindaco")


Contatti

 Tel.: 0918580283

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 

Consiglieri e Gruppi Consiliari

 

I Consiglieri possono costituirsi in Gruppi composti da uno o più componenti e ne danno comunicazione scritta al Segretario Comunale indicando il nominato del Capo Gruppo. Qualora non si eserciti tale facoltà o nelle more della designazione, i Capi Gruppo sono individuati nei Consiglieri che abbiano riportato il maggior numero dei voti per ogni lista (art. 8 comma 1 del Regolamento di Consiglio Comunale). Di seguito l'elenco dei Consiglieri di maggioranza e di minoranza con indicazione del realivo gruppo consiliare di appartenenza

 

Maggioranza consiliare

AGOSTARO S

 AGOSTARO SALVATORE

Gruppo consiliare

"Jato da Vivere - Agostaro Sindaco"

 PECORELLA MARIANNA

Gruppo consiliare

"Jato da Vivere - Agostaro Sindaco"

 LA MILIA  SALVATORE

Gruppo consiliare

"Jato da Vivere - Agostaro Sindaco"

RUMORE ELINA

Gruppo consiliare

"Jato da Vivere - Agostaro Sindaco"

REDA ROSSELLA

Gruppo consiliare

"Jato da Vivere - Agostaro Sindaco"

 ROMEO GIOVANNI

Gruppo consiliare

"Jato da Vivere - Agostaro Sindaco"

 

Minoranza consiliare

 LUPO VINCENZA

Gruppo consiliare

"Nuova Jato - Uniti per San Giuseppe Jato"

Consigliere Giuseppe Spina SPINA GIUSEPPE

Gruppo consiliare

"Nuova Jato - Uniti per San Giuseppe Jato"

POLIZZI  MIRIANA

Gruppo consiliare

"Nuova Jato - Uniti per San Giuseppe Jato"

luna rosa aura LUNA  ROSA AURA  Indipendente

 


 

Commissioni consiliari permanenti

 

Attualmente non risulta istituita alcuna Commissione consiliare permanente

Il Consiglio Comunale, per tutta la sua durata in carica, può costituire al suo interno Commissioni Permanenti, stabilendone il numero e le competenze e determinando la loro composizione numerica. Le Commissioni permanenti costituiscono articolazioni del Consiglio Comunale ed esercitano le loro funzioni concorrendo ai compiti d'indirizzo e di controllo politico-amministrativo allo stesso attribuiti, mediante la valutazione preliminare degli atti di programmazione e pianificazione operativa e finanziaria e l'approfondimento dei risultati periodici del controllo della gestione corrente e degli investimenti. Possono essere incaricate dal Consiglio di effettuare indagini conoscitive relative al funzionamento dei servizi, all'attuazione dei programmi, progetti ed interventi. alla gestione di aziende, istituzioni ed altri organismi dipendenti dal Comune (art. 13 comma 1 del Regolamento di Consiglio Comunale)

 

 

 

Privacy e Cookie Policy